Guida di viaggio all’isola di Sumatra, Indonesia

Posted on

Guida di viaggio all'isola di Sumatra, Indonesia

Sembra lontano ed esotico, ma esattamente dov’è Sumatra?

Il nome stesso della sesta isola più grande del mondo evoca immagini di spedizioni nella giungla, vulcani, oranghi e tribù indigene ricoperte di tatuaggi. Ma per una volta, non è solo un’esagerazione hollywoodiana! Sumatra vanta tutte queste cose – e anche di più – una volta che scappi dalle città frenetiche.

Situata all’estremità occidentale dell’arcipelago, Sumatra è l’isola più grande che si trova interamente in Indonesia. Il Borneo è in realtà più grande, ma è diviso tra Indonesia, Malesia e Brunei. Sumatra forma abbastanza bene il confine occidentale del sud-est asiatico, un ultimo pezzo di terra prima dell’inizio dell’infinito Oceano Indiano.

Sumatra è di forma oblunga, angolata da nord-ovest a sud-est. Il bordo orientale si avvicina sorprendentemente alla Malaysia peninsulare e Singapore. Lo stretto relativamente stretto di Malacca separa le due masse continentali.

La punta meridionale di Sumatra si scontra con Giava, con la capitale Giacarta non lontana. Forse questa è la bella ironia di Sumatra e un’indicazione della sua diversità. Nonostante sia geograficamente molto vicino a luoghi altamente sviluppati come Kuala Lumpur, Singapore e Giacarta, puoi ancora trovare facilmente una giungla profonda e popolazioni indigene che seguono antiche tradizioni.

La posizione di Sumatra

  • L’equatore divide Sumatra ordinatamente tra l’emisfero settentrionale e l’emisfero meridionale.
  • Sumatra si trova a sud della Thailandia e del Myanmar (Birmania); ad ovest della Malesia e Singapore.
  • Jakarta, la capitale dell’Indonesia, si trova a Giava, non lontano dalla punta sud-est di Sumatra.
  • L’India e lo Sri Lanka si trovano dall’altra parte dell’Oceano Indiano, a nord-ovest di Sumatra.

Orientamento

Sumatra potrebbe essere scolpita in modo non ufficiale in tre regioni: Sumatra settentrionale, Sumatra occidentale e Sumatra meridionale. Il nord di Sumatra riceve la massima attenzione dai viaggiatori. La maggior parte arriva a Medan e si dirige verso il lago Toba (il più grande lago vulcanico del mondo), l’interessante isola nel mezzo, e Bukit Lawang, la città base per i trekking per osservare gli oranghi nel Parco Nazionale di Gunung Leuser.

West Sumatra è seconda per il turismo, tuttavia, si rivolge principalmente a surfisti esperti e viaggiatori seri in cerca di avventure all’aria aperta un po ‘fuori dai sentieri battuti. Entrambe le regioni potrebbero facilmente finire sul ben battuto Banana Pancake Trail un giorno, ma finora hanno visto una crescita stentata per il turismo. Al di fuori dei periodi di vacanza, ci sono troppe pensioni vuote con vista sul Lago Toba.

Non pensare che solo perché Sumatra ospita oranghi e tribù potenzialmente incontattate non si tratta altro che di capanne di paglia e strade sterrate. Almeno sei delle frenetiche città dell’isola hanno una popolazione di oltre un milione di persone! Il traffico può essere orribile; guidare lì richiede tenacia. Medan, la capitale del Nord Sumatra, ospita oltre 2 milioni di persone e vanta il terzo aeroporto più grande dell’Indonesia.

Fatti su Sumatra, Indonesia

  • Sumatra è la sesta isola più grande del mondo.
  • Oltre 50 milioni di persone chiamano Sumatra casa (secondo il censimento del 2014) rendendola la quinta isola più popolosa del mondo. L’Indonesia nel suo complesso è al quarto posto nella popolazione mondiale, subito dietro agli Stati Uniti.
  • Sumatra è orientata da nord-ovest a sud-est; sono circa 1.110 miglia da punta a punta.
  • Sumatra è uno degli unici due posti al mondo in cui vedere gli oranghi selvatici (l’altro è il Borneo).
  • Il fertile suolo vulcanico di Sumatra coltiva alcuni dei migliori caffè del mondo. Una delle varietà più costose, il kopi luwak , viene “lavorata” somministrando ciliegie di caffè agli zibetti – animali simili a donnole – a Sumatra. Oggi ci sono molte imitazioni destinate a sollevare i turisti dal denaro, ma il kopi luwak originale proveniva da Sumatra.
  • Il Batak, un termine applicato collettivamente ai Karo e ad altre tribù indigene di Sumatra, un tempo praticava la caccia alle teste e il cannibalismo rituale. Marco Polo trasmise resoconti di seconda mano sul cannibalismo nel 1292 nonostante non ne fosse stato testimone. La pratica era rara dopo il XIX secolo, tuttavia, a Pulau Samosir si possono trovare altari di sacrificio umano in pietra.
  • Il lago Toba, il più grande lago vulcanico del mondo, si è formato durante un’esplosione catastrofica. L’evento ha effettivamente alterato le temperature in tutto il pianeta e si pensa che abbia ucciso gran parte della popolazione mondiale esistente. Il cratere risultante è lungo 62 miglia, largo 18 miglia e profondo 500 piedi in alcuni punti! L’acqua mantiene una temperatura confortevole grazie all’attività geotermica. Il fuoco incontra letteralmente l’acqua nelle profondità estreme! La pressione vulcanica ha costretto una nuova isola, Pulau Samosir , a formarsi all’interno del lago. Il lago Toba è uno dei preferiti dei viaggiatori in economia .

Arrivare a Sumatra

Il punto di ingresso più popolare per i viaggiatori che visitano Sumatra è Medan. Sumatra è collegata tramite l’aeroporto internazionale di Kualanamu (codice aeroporto: KNO) . Il nuovo aeroporto internazionale ha sostituito il vecchio aeroporto internazionale Polonia nel luglio 2013.

Non ci sono voli diretti tra il Nord America e Sumatra. La maggior parte dei voli collega a Kuala Lumpur, Singapore o altri punti in Indonesia. I viaggiatori dagli Stati Uniti dovrebbero prenotare un volo per un importante hub come Bangkok o Singapore, quindi fare un salto economico a Medan. Anche i voli da e per Bali sono facili da trovare.

Per i viaggiatori che desiderano esplorare West Sumatra, la città di Padang (codice aeroporto: PDG) è il miglior punto di ingresso. Da lì, molte persone si dirigono alcune ore a nord e usano la piccola città di Bukittinggi come base per esplorare la regione. I surfisti esperti si dirigono spesso a ovest verso le isole Mentawai appena al largo della costa.

Sumatra è grande, persino tentacolare. Le strade sconnesse e la guida selvaggia possono essere molto difficili per i viaggiatori che preferiscono andare via terra. Solo i viaggiatori più esperti dovrebbero prendere in considerazione la possibilità di optare per l’autobus di 20 ore tra Sumatra settentrionale e Sumatra occidentale. I voli sono veloci, economici e non richiedono di trovare un chiropratico subito dopo l’arrivo.

Pianifica un sacco di tempo extra, sia per il riposo che per i giorni tampone quando le cose vanno male, se intendi esplorare più di una regione di Sumatra durante un viaggio.

Destinazioni avventurose a Sumatra

Lago Toba Sumatra Indonesia
lago toba

  • Lago Toba: il lago è perfetto per attività rilassanti, avventurose e per conoscere la cultura Batak che si trova lì. Tuk-tuk è il nome della località turistica di Pulau Samosir, l’isola nel lago.
  • Bukit Lawang: il piccolo villaggio lungo il fiume è la solita base per esplorare il Parco Nazionale di Gunung Leuser, una scelta popolare per trekking nella giungla brevi o lunghi per vedere oranghi selvaggi e semi-selvaggi. Trascorrere una notte nella giungla aumenta le tue possibilità di vedere più oranghi selvatici, ma quelli semi-selvaggi si attardano vicino all’ingresso del parco nazionale.
  • Gunung Sibayak: Usando la città di Berastagi come base, gli avventurieri possono arrampicarsi all’interno del cratere di Gunung Sibayak, il vulcano più facile di Sumatra da affrontare. Ma non lasciarti ingannare: Gunung Sibayak è ancora duro. I gas ad alta pressione che vengono scaricati e le correnti bollenti lungo il percorso ricordano costantemente che il vulcano è ancora attivo!
  • Gunung Sinabung: Il vicino di Sibayak, Gunung Sinabung, una volta impiegò circa 12 ore per arrampicarsi, ma è stato in uno stato di eruzione costante dal 2013! Il vulcano è rimasto inattivo per quasi 400 anni prima di esplodere inaspettatamente e costringere le evacuazioni. Oggi il vulcano è generalmente considerato troppo attivo per essere aperto al turismo.
  • Gunung Marapi: il grande vulcano attivo di Sumatra occidentale può essere scalato in circa 10 ore, ma è un duro lavoro! Il ghiaione pericoloso vicino alla cima deve essere arrampicato prima di raggiungere la caldera ostruita dal fango.
  • Gunung Kerinci: Situato tra Sumatra occidentale e Sumatra meridionale, il Monte Kerinci è il vulcano più alto dell’Indonesia. Avrai bisogno di molta resistenza e una guida per affrontare questo; è richiesto un pernottamento e il sentiero è difficile da seguire.
  • Lago Maninjau: se scalare i vulcani è troppo, o hai solo bisogno di una pausa, l’enorme lago Maninjau a Sumatra occidentale è un posto tranquillo per rilassarsi e pescare.

Prima di partire nella natura selvaggia di Sumatra, dovresti conoscere un po ‘di sicurezza escursionistica per la regione e come stare al sicuro con le scimmie: incontrerai molti macachi sfacciati che potrebbero interessarsi.

Il problema dell’olio di palma a Sumatra

Piantagione di palme di Sumatra

Guarda fuori dalla finestra durante il tuo avvicinamento per atterrare a Sumatra. Vedrai piantagioni di palme ben curate che si estendono come un mare verde per miglia in ogni direzione. Possono sembrare più belli dell’espansione urbana incontrollata, ma rappresentano un serio problema ecologico.

Sumatra e Borneo rappresentano più della metà di tutto l’olio di palma prodotto nel mondo. Le due isole soffrono anche della peggiore deforestazione sulla terra, anche peggiore della difficile situazione spesso pubblicizzata dell’Amazzonia. Inoltre, gli incendi agricoli taglia e brucia sono così vasti a Sumatra, che costituiscono un’aggiunta considerevole al gas serra rilasciato ogni anno per il pianeta. Il fumo stagionale si diffonde quindi fino a soffocare Kuala Lumpur e Singapore, causando problemi di salute ed economici. A volte gli aeroporti devono anche essere chiusi per scarsa visibilità!

Sebbene l’olio di palma sostenibile sia una buona cosa, la maggior parte viene prodotta nel modo più semplice a meno che non possa essere certificata diversamente. Evitare prodotti che utilizzano olio di palma insostenibile potrebbe essere l’unica speranza per Sumatra.

L’olio di palma non serve solo per cucinare; è usato per produrre SLS (sodio laureth solfato) e derivati ​​che aiutano saponi, shampoo, dentifrici e una varietà di prodotti a schiumare. È spesso l’ingrediente principale per gli oli da cucina che si etichettano semplicemente come “olio vegetale”. L’olio di palma è anche usato come biocarburante per integrare la benzina, nonostante l’elevata inefficienza.

La deforestazione incontrollata di Sumatra ha portato molte specie in via di estinzione come tigri, oranghi, rinoceronti ed elefanti verso l’estinzione. La tigre di Sumatra è elencata come “in pericolo critico” nella Lista Rossa IUCN e le popolazioni sono in declino.