Una guida di viaggio al palazzo reale di Kraton Yogyakarta, Indonesia

Posted on

Una guida di viaggio al palazzo reale di Kraton Yogyakarta, Indonesia

Yogyakarta è l’unica regione dell’Indonesia che continua a essere governata da un monarca ereditario. Hamengkubuwono X regna da un palazzo, o Kraton , situato nel cuore di Yogyakarta. La città stessa è nata dal Kraton sin dalla sua fondazione e oggi il palazzo svolge molte funzioni: la casa del Sultano, un centro per le arti dello spettacolo giavanese e un museo vivente che glorifica sia la storia contemporanea indonesiana che la linea reale di Yogyakarta.

I visitatori che si aspettano la grandezza del Vaticano o di Buckingham Palace rimarranno delusi: gli edifici bassi del Kraton non suscitano molto stupore. Ma ogni edificio, artefatto e opera d’arte ha un profondo significato per il Sultanato e i suoi sudditi, quindi è utile ascoltare la tua guida per discernere il significato più profondo dietro tutto ciò che vedi sul terreno.

Potresti non vedere mai Hamengkubuwono X in persona, ma come una visita al suo Kraton rende chiaro, senti la sua presenza (e quella dei suoi antenati) ovunque.

Ci sono diversi siti di interesse raggiungibili a piedi, sparsi per la periferia del palazzo reale.

Entrando nel Kraton

L’area totale del Kraton copre circa 150.000 piedi quadrati (l’equivalente di tre campi da calcio). La principale area culturale, conosciuta come Kedaton , è solo una piccola fetta del Kraton e può essere visitata nello spazio di due o tre ore.

I visitatori sono tenuti ad assumere una guida turistica al cancello. Le guide sono prese dai ranghi degli abdi dalem , o servitori reali, che servono al piacere del Sultano. Indossano uniformi militari, complete di un kris legato alla schiena. Possono essere noleggiati all’ingresso principale di Regol Keben , accessibile tramite Jalan Rotowijayan.

Il primo complesso è degno di nota per il suo grande padiglione per le arti dello spettacolo; il Bangsal Sri Manganti ospita spettacoli culturali ogni giorno della settimana a beneficio degli amanti dell’arte e dei turisti giavanesi. Di seguito il programma delle esibizioni giornaliere al Bangsal Sri Manganti:

Controlla il sito web per un programma di performance.

Il palazzo interno del Kraton

Cancello Donopratopo

A sud del Bangsal Sri Manganti, si trova il cancello di Donopratopo , sorvegliato da statue color argento dei demoni Dwarapala e Gupala – esseri soprannaturali tozzi con occhi sporgenti, ognuno con una mazza.

Dopo aver oltrepassato il cancello, vedrai il Bangsal Kencono (Padiglione d’oro), il più grande padiglione del Palazzo Interno, che funge da luogo scelto dal Sultano per le cerimonie più importanti: qui si tengono incoronazioni, nobilitazioni e matrimoni. Il Sultano attende anche nel Bangsal Kencono per incontrare i suoi ospiti più illustri.

Il Bangsal Kencono è ricco di simbolismo: quattro robusti pilastri in teak rappresentano i quattro elementi, e ognuno è decorato con i simboli delle religioni che in un momento o nell’altro hanno dominato l’isola di Giava – Induismo (rappresentato in un intricato motivo rosso vicino alla sommità dei pilastri), il Buddismo (un motivo di petali di loto dorati dipinti alla base dei pilastri) e l’Islam (rappresentato come calligrafia araba che corre lungo le aste dei pilastri).

Il Museo Commemorativo del Sultano

Non ti sarà permesso entrare nel Bangsal Kencono – l’area è delimitata, quindi puoi solo vedere o fotografare il padiglione dalla passeggiata coperta – ma il Museo di Sri Sultan Hamengkubuwono IX è aperto a tutti i visitatori.

Il padiglione climatizzato con pareti di vetro nell’angolo sud-ovest del palazzo interno custodisce i cimeli del precedente Sultano, dal glorioso al banale: le sue medaglie sono esposte in questa sala, così come le sue pentole preferite e un nastro da un turismo conferenza nelle Filippine.

Il posto d’onore nel museo è un promemoria del perché il Nono Sultano è così venerato: un tavolo al centro della sala su cui le forze olandesi e indonesiane hanno firmato un trattato che riconosce l’indipendenza della nuova nazione. Hamengkubuwono IX era stato determinante nel realizzare questo, avendo coordinato un’offensiva militare del 1949 che alla fine spinse le forze olandesi alla ritirata.

Il resto del palazzo interno è vietato ai visitatori. Fuori dal percorso, potresti essere in grado di vedere una serie di padiglioni, tra cui il Bangsal Prabayeksa (un deposito per cimeli reali), il Bangsal Manis (una sala per banchetti per le celebrazioni più importanti del Sultano) e il Gedong Kuning , un europeo -edificio influenzato che funge da casa del Sultano.

Eventi speciali al Kraton

Grebeg Mauludan

Numerose celebrazioni periodiche sono incentrate sul Kraton e sulla benedizione del Sultano. (Un calendario aggiornato degli eventi può essere visto su Yogyes.com.) La più grande celebrazione annuale a Yogyakarta, infatti, viene celebrata principalmente sul terreno di Kraton.

La cerimonia Sekaten è una celebrazione di una settimana della nascita del Profeta Muhammad, che si tiene nel mese di giugno. La celebrazione inizia con una processione di mezzanotte che si conclude al Masjid Gede Kauman. Per tutta la settimana del Sekaten, si tiene un mercato notturno ( pasar malam ) nella piazza settentrionale, alun-alun utara a nord del Kedaton.

I visitatori dovrebbero fermarsi al pasar malam durante il Sekaten per avere un’idea della cultura, del cibo e dei divertimenti locali, tutti concentrati in un unico punto.

Alla fine del Sekaten, il Grebeg Muludan viene celebrato con l’inaugurazione del Gunungan, una montagna di riso, cracker, frutta e dolci. Diversi gunungan vengono portati in processione attraverso i terreni di Kraton fino a quando non fanno un’ultima sosta al Masjid Gede Kauman, dopo di che la gente del posto si affretta per un pezzo. Eventuali pezzi di gunungan dichiarati non vengono mangiati, ma vengono sepolti nelle risaie o tenuti in casa come segno di buona fortuna.

Altre due processioni Grebeg si svolgono anche in altre festività religiose di buon auspicio, per un totale di tre volte in un anno solare islamico. Grebeg Besar è detenuto a Eid al-Adha mentre Grebeg Syawal è detenuto a Eid al-Fitr.

Un’antica competizione giavanese viene eseguita regolarmente sul terreno del Kraton: il Jemparingan è un test di abilità di tiro con l’arco giavanese, condotto all’Halaman Kemandungan a sud del Kedaton. I partecipanti si vestono in batik giavanese e sparano stando seduti a gambe incrociate con un angolo di 90 gradi; la posizione dovrebbe simulare il movimento di tiro a cavallo, come avrebbero dovuto fare gli antichi giavanesi.

Le gare jemparingane si svolgono il martedì pomeriggio che coincide con i giorni wagé del calendario giavanese, che si svolgono all’incirca ogni 70 giorni.

Trasporto allo Yogyakarta Kraton

Il Kraton si trova proprio nel centro del centro di Yogyakarta ed è facilmente accessibile da Malioboro Road o dall’area turistica di Jalan Sastrowijayan. Taxi, andong (carrozze trainate da cavalli) e becak (risciò) possono portarti al Kraton da qualsiasi punto del centro di Jogjakarta.

L’indirizzo è Panembahan, Kraton, Yogyakarta, Indonesia.