Guida per visitare Kawah Ijen, il vulcano dalla fiamma blu dell’Indonesia

Posted on

Il vulcano indonesiano Kawah Ijen, situato vicino alla punta orientale dell’isola di Giava, è un vulcano relativamente normale di giorno. OK, quindi è un po ‘terrificante, come la maggior parte dei vulcani, ma non c’è niente in questo che lo separa esteriormente da qualsiasi altra centinaia di vulcani in questo paese insulare.

Per capire perché, dovrai recarti alla base del vulcano subito dopo mezzanotte e fare un’escursione fino al cratere del vulcano. Non è un compito facile: camminerai per più di quattro miglia e salirai ad altezze di quasi 10.000 piedi, con solo la luce della luna a guidarti, e questo è se è spento.

All’interno del vulcano Kawah Ijen

Avrai anche bisogno di una maschera antigas: quando inizi la tua discesa nel cratere, i fumi tossici di zolfo ti investono, rovinando non solo la tua capacità di respirare ma anche la tua visibilità. (È per questo motivo che probabilmente dovresti anche portare con te una guida locale, ma ne riparleremo tra un minuto).

Nel momento in cui l’orologio segnerà le tre o le quattro, sarai arrivato sul fondo del cratere e avrai posato gli occhi su uno dei luoghi più alieni del nostro pianeta: il fuoco blu che fuoriesce dal terreno! La vibrante tonalità blu di queste fiamme, che risulta da pesanti depositi di zolfo nel vulcano, si vede meglio durante la parte più buia della notte, quindi è necessario svegliarsi molto prima dell’alba.

Il lato oscuro della luce blu

Mentre continui a meravigliarti della bellezza azzurra che si svela davanti a te, potresti notare dozzine o addirittura centinaia di uomini intorno a te, che si muovono febbrilmente e senza maschere antigas. Si tratta di minatori di zolfo, residenti di piccoli villaggi alla base del vulcano, impiegati dalla compagnia cinese proprietaria della miniera.

Pensi che il tuo viaggio sia stato difficile? I minatori trasportano circa 88 libbre di zolfo tossico e polveroso alla volta, in due ceste collegate da una trave di bambù e sospese sulle spalle, alla stessa distanza, e probabilmente più velocemente di quanto tu abbia camminato. Guadagnano anche meno di $ 7 (sì, sono dollari USA) per i loro sforzi, nonostante il fatto che lo zolfo abbia un valore commerciale estremamente alto.

Ai minatori non dispiacerà che tu sia lì (anche se, di nuovo, dovresti probabilmente prendere una guida) ma è consuetudine dare loro una mancia di 10.000-20.000 rupie  indonesiane in modo che possano comprare le sigarette: il fumo è il loro conforto preferito, il che è forse ironico dato il danno che i vapori di zolfo quasi certamente infliggono ai loro polmoni. Si spera che in futuro la gente del posto non avrà bisogno di fare questo lavoro massacrante e l’unico motivo per scendere nel vulcano blu dell’Indonesia sarà il turismo.

Visite guidate Kawah Ijen

Quando si tratta di guide, diverse compagnie indonesiane offrono tour, ma il modo migliore per vedere il fuoco blu del vulcano Kawah Ijen è assumere una guida locale. Una guida altamente raccomandata è Sam di Ijen Expedition, un giovane che risiede nella township di Taman Sari alla base del vulcano.

Sam non solo è appassionato, professionale e parla correntemente l’inglese, ma investe i proventi dei suoi viaggi nell’istruzione nel suo villaggio, il che ridurrà la dipendenza della gente del posto dai lavori minerari, aumentando in definitiva la qualità della loro vita. Un giorno, spera, non ci sarà più tristezza al vulcano Kawah Ijen – solo stupore!

Come arrivare a Banyuwangi

Per quanto riguarda come arrivarci, hai alcune opzioni. L’aeroporto di Blimbingsari vicino a Banyuwangi ha recentemente aperto per voli limitati, ma se non riesci a salire su uno di questi, hai due opzioni relativamente facili.

Il primo è volare all’aeroporto di Denpasar a Bali, l’hub turistico più trafficato dell’Indonesia, quindi prendere un traghetto per l’isola di Giava, che ti lascerà direttamente a Banyuwangi per un facile prelievo dalla tua guida. La seconda opzione è volare a Surabaya, la seconda città più grande dell’Indonesia, e da lì prendere il viaggio in treno di circa sei ore per Banyuwangi.

Non importa come arrivi a Banyuwangi, assicurati di tenere presente che il tuo viaggio inizierà probabilmente intorno a mezzanotte. Mentre alcuni turisti preferiscono arrivare in questo periodo e arrivare subito, altri preferiscono arrivare presto la mattina e trascorrere l’intera giornata riposando in preparazione.